Cosa posso fare per te.

Il mio paziente è differente. È differente perché viene visto da tre occhi diversi: del fisioterapista, dell’osteopata e del chiropratico. Tre sguardi che, nella fase di anamnesi e di terapia, offrono una soluzione più specifica e un ventaglio più ampio di possibilità rispetto alle tre discipline prese singolarmente.

Ora voglio raccontarti come lavoro solitamente con chi si rivolge a me.


Analizziamo insieme la tua problematica

Nella prima fase di anamnesi complessiva conosco il paziente, il quadro clinico e le situazioni pregresse o attuali sia fisiche che psicologiche mettendole in relazione tra di loro e, all’occorrenza, comprendo se è necessario compiere una valutazione più approfondita. Fondamentale è il ruolo attivo del paziente in questa indagine preliminare.

Sono tra i pochi osteopati in Italia a integrare l’ecografo nella fase di valutazione e in quelle successive. Questo strumento mi permette di verificare lo stato dei tessuti in tempo reale e la loro reazione durante il trattamento.



Ti propongo un percorso di trattamento

Applico la metodologia americana del “Patient Education” e l’ho fatta diventare la mia filosofia di lavoro. A ogni paziente spiego:

  • cosa vedo
  • cosa posso fare
  • in che termini
  • in che tempi
  • con quali realistiche aspettative possiamo risolvere il problema

Una volta iniziato il trattamento e verificata insieme l’efficacia, ti aiuto, attraverso l’esercizio fisico quotidiano, a elevare la qualità di vita e di salute.



In cosa si specializza il mio trattamento

Il mio trattamento fonde tecniche e tecnologie in un ambito multidisciplinare. La mia specialità e scopo ultimo della mia ricerca è proprio la colonna vertebrale e le problematiche legate a essa come ernie, protrusioni discali, discopatie, sciatica e sindromi cervicali.

Un altro aspetto, direttamente collegato alla colonna vertebrale, è la scoliosi nell’età evolutiva, un problema che affronto attraverso un percorso che porta alla correzione naturale della curvatura della colonna senza ricorrere al busto.

Infine, la fibromialgia, seconda delle mie due specializzazioni: attraverso la terapia manuale posso migliorare significativamente la qualità della vita del paziente.

Di seguito una lista indicativa delle problematiche che posso significativamente trattare:

  • Trattamento della colonna vertebrale, parole chiave come modificazione delle curve, scoliosi, miotensività, lombalgia, cervicalgia, dorsalgia, lordosi, cifosi, ernie, protrusioni, schisi, listesi, artrosi, spondilo artrosi, schiacciamento, discopatia, sciatica, cruralgia, brachialgia
  • Problematiche funzionali dell’articolazione tempero mandibolare
  • Problematiche funzionali del nervo pudendo
  • Cefalea ed emicrania
  • Amenorree e dismenoree funzionali
  • Fibromialgia e problematiche reumatiche o muscoloscheletriche

© 2019 Alessandro Quarti. All rights reserved.